Curriculum

STORIA

L’AUSF Italia, ovvero la Confederazione delle Associazioni Universitarie degli Studenti Forestali d’Italia, è nata con il fine di riunire e coordinare le associazioni studentesche di indirizzo forestale degli Atenei italiani.

L’Assemblea costituente ha avuto luogo dal 26 al 29 settembre 2009, presso il Giardino della Flora Appenninica di Capracotta (IS).

E’ la prima forma organizzata di aggregazione di studenti in Scienze Forestali a livello nazionale. E’ un’organizzazione volontaria, apartitica, di carattere tecnico e culturale che non persegue scopi di lucro.
L’idea di creare la Confederazione nacque dalla consapevolezza di quali vantaggi, forze e risorse umane possano derivare da un sistema ampio e territorialmente diffuso, idea ufficialmente annunciata in sessione plenaria nel corso del III° Congresso Nazionale di Selvicoltura, tenutosi nell’Ottobre del 2008 a Taormina (Atti del III° Congresso Nazionale di Selvicoltura, volume 2, pag. 1175).
La nascita dell’AUSF Italia venne ufficialmente presentata al VII° Congresso nazionale SISEF (Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale) (Pesche, IS, 29 settembre-3 ottobre 2009).

STRUTTURA

Possono entrare a far parte dell’AUSF Italia tutte le associazioni studentesche di indirizzo forestale.
All’AUSF Italia è stato dato un assetto confederativo, ed un ruolo quindi di coordinamento delle attività delle sedi locali oltre che rappresentarle nei rapporti con  Enti, Organizzazioni ed Istituti nazionali ed esteri. Le associazioni aderenti al sistema, che costituiscono la base strutturale della Confederazione, mantengono la propria autonomia dal punto di vista organizzativo, economico ed amministrativo.

Alla Confederazione aderiscono ad oggi le AUSF (Associazioni Universitarie Studenti Forestali) delle Università di Torino, Padova, Molise, Viterbo, Potenza, Napoli, Nuoro, ed il FAG (Forest & Agricolture Group) dell’Università di Reggio Calabria. La sede centrale è presso la sezione AUSF di Viterbo.

Lo Statuto prevede un’Assemblea generale e cariche elette fra i membri. Il Consiglio Direttivo, che ha durata annuale e dirige il sistema confederale nel suo andamento complessivo, è costituito da un rappresentante per ogni associazione locale che viene scelto all’interno della stessa.

  • Sono organi dell’AUSF Italia:
  • L’Assemblea Nazionale
  • Il Presidente
  • Il Vicepresidente
  • Il Consiglio Direttivo
  • Il Segretario
  • Il Tesoriere
  • Il Collegio dei revisori dei Conti

Ogni organo è dotato di specifica e propria autonomia, responsabilità e poteri. I componenti di ogni organo osservano i principi e gli obblighi dettati dallo Statuto e riconoscono le funzioni, i poteri e i limiti dell’organo stesso.

MISSION…

AUSF Italia promuove una rinnovata forma di aggregazione studentesca, in un’ottica di sviluppo, solidarietà e creazione di valore.

Il sistema AUSF Italia opera per l’affermazione dei valori che attengono alla professione forestale e alla formazione universitaria; affinché venga preservato il rispetto verso gli organi e i membri dell’AUSF Italia e vengano osservati i principi di lealtà, onestà, integrità morale, educazione civica ed ambientale, nonché il valore più generale della democrazia.
AUSF Italia coinvolge i giovani laureati nelle proprie iniziative, ponendosi come organo di raccordo fra  studenti  e  laureati,  e  promuove  forme  di  comunicazione  e  collaborazione  fra  studenti  e Istituzioni,  Enti,  Organizzazioni   economiche,  sociali  e  culturali  del  territorio  nazionale  ed internazionale, nel perseguimento di obiettivi di progresso civile e di sviluppo.

…& VALUES

Perseveranza

nell’assicurare una struttura associativa solida e duratura nel rispetto dei soci passati, presenti e futuri;
nel generare opportunità di comunicazione tra studenti forestali nazionali ed internazionali;
nel promuovere la conoscenza delle attività del settore forestale.

Formazione

un mezzo per ampliare le vedute culturali;
uno strumento per acquisire conoscenze extra-curriculari;
un aiuto per la crescita professionale.

Foresta

come una fonte di servizi e prodotti da utilizzare in maniera responsabile;
come punto d’incontro di diversi settori economici;
come luogo d’approfondimento della conoscenza forestale italiana, europea ed internazionale.

OBIETTIVI

  • Promuovere  l’aggregazione  ed  il  confronto  degli  studenti  forestali  degli  Atenei  italiani, specialmente attraverso lo sviluppo dell’associazionismo studentesco;
  • Svolgere un ruolo di rappresentanza degli studenti forestali italiani nei rapporti con organizzazioni ed enti nazionali ed internazionali;
  • Promuovere  la  partecipazione  degli  studenti  in  associazioni  ed  organizzazioni  nazionali  ed internazionali;
  • Svolgere, all’interno delle Università, azioni volte all’informazione e all’aggiornamento degli studenti, riguardo gli sviluppi del mondo universitario in ogni sua forma
  • Svolgere nell’ambito delle Università italiane e nel territorio nazionale ed internazionale opera di approfondimento delle tematiche riguardanti il mondo forestale-ambientale,
  • Sviluppare  attività  di  interesse  forestale  che  investano  sia  il  mondo  accademico  che  quello professionale,
  • Ampliare le possibilità per gli studenti forestali di acquisire conoscenze ed esperienze promuovendo la realizzazione e la partecipazione a corsi, seminari, convegni ed eventi simili,  rapporti di  collaborazione  con  Docenti  universitari ed  operatori  del settore,  rapporti  di collaborazione con enti, organismi ed organizzazioni nazionali ed estere.
  • Promuovere iniziative volte all’aggiornamento professionale/culturale degli studenti.

ATTIVITA’ E PROGETTI

Pubblicazioni, articoli, citazioni:

Atti del III° Congresso Nazionale di Selvicoltura, Accademia Italiana di Scienze Foresrali, volume 2, pag. 1175.

Fiocco “verde”…è nata AUSF Italia, Sherwood n.158, novembre 2009, pag. 45.

Il Nuovo Corriere viterbese, 30/11/09, pag. 9.

I primi passi di AUSF Italia, L’Agrotecnico oggi, gennaio 2010, pag. 35.

AUSF Italia: la prima confederazione degli studenti di Scienze Forestali in Italia, Forest@ 7 (2010), pag. 7-8.

AUSF Italia, Confederazione delle Associazioni Universitarie degli Studenti Forestali d’Italia, L’Italia forestale e montana, anno LXV, numero 1, gen-feb 2010, pag.75.

C’è grande fermento in AUSF Italia, L’Agrotecnico oggi, lug/ago 2010, pag. 19.

La parola agli studenti. Un sondaggio per conoscere le opinioni sulla proposta formativa universitaria. Sherwood n. 167, ott2010, pag. 22-27.

Giovani forestali crescono. L’Agrotecnico oggi, novembre 2010, pag. 7-9.

Articolo: “Ritorna l’AUSF, più vivace che mai”uscito su “L’Agrotecnico Oggi”, Luglio/Agosto 2012, N. 7/8 Anno XXIX, pag 29

Intervento di Carmelo La Spada durante il Consiglio Nazionale del Conaf pubblicato su ‘Il Quotidiano’, giovedì 13 giugno 2013, pag.23

Articolo: “Giovani forestali crescono – all’assemblea AUSF Italia 2012 si è svolto un dibattito tra agrotecnici e agronomi” su L’Agrotecnico oggi, n.9/10, settembre/ottobre 2012, pagg.34-36

Articolo: “Auronzo di Cadore (BL) – STUDENTI FORESTALI IN ASSEMBLEA” sull’ Informatore Agrario, n.40, 26 ottobre 2012, pag.105

Collaborazioni:

In collaborazione con la redazione di Sherwood è stato creato un database sul sito della rivista nel quale gli studenti forestali italiani possono pubblicare il proprio curriculum vitae e il proprio elaborato finale/tesi di Laurea (http://www.rivistasherwood.it/servizi/archivio-tesi.html). Il database è liberamente consultabile dagli utenti del sito.

L’AUSF Italia ha contribuito alle risposte ai quesiti presentati dal Libro Verde della Commissione Europea La protezione e l’informazione sulle foreste nell’UE: preparare le foreste ai cambiamenti climatici. In collaborazione con la redazione di Sherwood è stato messo a punto un questionario sulle opinioni e le aspettative degli studenti riguardo contenuti, organizzazione, efficienza ed efficacia dei corsi di laurea di scienze forestali; il questionario è stato sottoposto agli studenti nei mesi di maggio-giugno 2010 ed in seguito ad elaborazione statistica dei dati raccolti sono stati presentati i risultati con un articolo sulla rivista Sherwood (vedi sopra “Pubblicazioni, articoli, citazioni”).

Intervento: Workshop GIOVANI, PER CREDERE NEL FUTURO, Viterbo, 1 dicembre 2011, organizzato da Ordine dei dottori  agronomi e dei dottori forestali di Viterbo e Università degli Studi della Tuscia

Partecipazione al bando pubblico Forest Skill con il progetto WILD (Wood Increase and Life Development)

Intervento alla XII^ GIORNATA DEL BOSCO, Tenuta Presidenziale di Castelporziano, Roma Venerdì 18 maggio 2012 organizzata da Associazione Forestale Italiana

Partecipazione al bando ‘Giovani per il sociale’ insieme alla Società Cooperativa CISME (Cooperativa per l’Innovazione e lo Sviluppo del Meridione)

Partecipazione al progetto RURAL4YOUTH proposto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali

Associazione a FSC Italia (Forest Stewardship Council) e partecipazione al corso FSC Italia svolto a Capracotta (IS) sulla certificazione della gestione forestale e della catena di custodia legata al nuovo Regolamento EU 995/2010 (Timber Regulation)

Partecipazione all’Assemblea Nazionale dei soci FSC a Milano, il 10 maggio 2013

Partecipazione e intervento al Convegno sulle Strategie di sviluppo del settore non profit nella gestione delle risorse forestali a Vallombrosa (FI) il 13 giugno 2014

PROGETTI:

Conferenza AUSF Italia 2010

L’AUSF Italia ha realizzato un evento congressuale, svoltosi dal 29 settembre al 1 ottobre presso il Centro Studi Alpino (CSALP) dell’ Università degli Studi della Tuscia a Pieve Tesino (TN).
Questi i titoli scelti per i contenuti dell’evento: “Come si fa…Le professioni in Italia oggi” e “Gestione forestale e selvicoltura: ecologia, economia, tradizioni e scuole di pensiero; un’analisi critica delle scelte”.
Vi hanno preso parte delegazioni studentesche della Facoltà di Agraria di Torino, Padova, Firenze, Viterbo, Molise, Napoli, Reggio Calabria, Palermo e Nuoro; il Comune di Pieve Tesino, il Corpo Forestale dello Stato, l’Istituto Agrario di S. Michele all’Adige, il Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, il Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali, il Servizio foreste e fauna della Provincia autonoma di Trento e docenti dei corsi di laurea in scienze forestali di dette Facoltà.
L’evento ha avuto come scopo l’approfondimento di tematiche legate alla professione in campo agroforestale.
La mattinata del 29 settembre è stata dedicata a seminari tenuti dal Presidente del Collegio Agrotecnici Roberto Orlandi, e dal Consigliere dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali Graziano Martello. (questa parte dell’evento è stato oggetto dell’articolo  Giovani forestali crescono. L’Agrotecnico oggi, novembre 2010, pag. 7-9, di cui sopra al paragrafo “Pubblicazioni, articoli, citazioni”).
Nel pomeriggio sono intervenuti il Sindaco del Comune di Pieve Tesino, Livio Mario Gecele, il Presidente del CSALP, prof. Luigi Portoghesi, il Vicequestore del Corpo Forestale dello Stato, dott. Enrico Pompei, e il direttore dell’Ufficio pianificazione e selvicoltura della Provincia autonoma di Trento, dott. Alessandro Wolynski.
Nelle due giornate successive si sono svolte escursioni presso i popolamenti forestali del territorio di Pieve Tesino e Borgo Valsugana. Le escursioni sono state organizzate con la collaborazione dell’Ufficio pianificazione e selvicoltura della Provincia autonoma di Trento, e dei custodi forestali dei due Comuni

Conferenza AUSF Italia 2011

La seconda Conferenza Nazionale AUSF Italia 2011, ha visto come paese ospitante Orgosolo, piccolo centro urbano in provincia di Nuoro, nella Sardegna centrale.
L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione dell’AUSF Nuoro con vari enti ed istituzioni tra i quali si annoverano: l’Assessorato Regionale per l’ambiente, l’Assessorato per la Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, il Consorzio per la promozione degli studi universitari nella Sardegna centrale, l’ERSU di Sassari, l’Università degli Studi di Sassari e la Facoltà di Agraria.
La conferenza ha interessato 5 giornate lavorative, alle quali hanno preso parte i numerosi associati, giunti da 8 sedi AUSF dislocate nel territorio nazionale: AUSF Nuoro, Padova, Viterbo, Reggio Calabria, Napoli, Molise, Palermo e Torino.
Lo sviluppo della manifestazione ha visto come tema portante la Quercia da Sughero e la sua importanza nel contesto economico, paesaggistico e sociale della Sardegna. L’argomentazione e la discussione di tale importante tematica, ha avuto luogo durante un seminario sulla “Valorizzazione dei sistemi locali del sughero” e  “Quercus suber L. dal territorio al paesaggio”, al quale hanno preso parte varie personalità coinvolte in maniera diretta ed indiretta in ambito agroforestale. Tra questi si citano il Prof. Michele Gutierrez, ordinario della Facoltà di Agraria dell’Ateneo Sassarese che ha trattato il tema : “Sistema economico del sughero e territorio”; il Dr. Giuseppe Delogu, Direttore del CFVA dalla Sardegna ha trattato il tema: “Ecologia  della sughera  e incendi: un equilibrio da raggiungere?”;  il Prof. Giovanni Sistu, geografo dell’Università degli studi di Cagliari ha affrontato  il tema: “Transizione del paesaggio in Sardegna, sulle tracce dell’abbandono”; il  Dr. Gavino Diana, direttore dell’Ispettorato Ripartimentale del CFVA di Nuor oha affrontato il tema: “La sughericoltura e l’esercizio della professione”.
La giornata seguente è stata interessata dalla visita a Calangianus (OT) dello stabilimento di lavorazione del sughero “Peppino Molinas”. Nella  medesima giornata è stato fatto un sopralluogo nella sughereta sperimentale “Cusseddu-Miali-Parapinta”, impianto di grande interesse selvicolturale, dotato di certificazione FSC.
Durante la quarta giornata, grazie alla fattiva collaborazione del Corpo Forestale di Vigilanza Ambientale, si è svolta un’escursione nella foresta primaria di “Montes”, in territorio di Orgosolo(NU). Una fustaia secolare ricadente in un contesto fitoclimatico di notevole interesse ecologico. Le problematiche storico-gestionali che hanno influenzato l’evoluzione della foresta sono state affrontate dal Prof. Stefano Alias in qualità di docente di Botanica Sistematica nel CdL in Scienze Forestali e Ambientali di Nuoro.
Nella giornata conclusiva l’esperienza nazionale si è provveduto al rinnovo del direttivo nazionale.
Risultato degno di nota è stato sicuramente la già preannunciata creazione di nuove commissioni specifiche.
Si denota la presenza per tutta la durata dell’evento, del Sig. Hugo Pierre, delegato IFSA (International Forestry Students Association).

Conferenza Ausf Italia 2012

Dopo la selvicoltura trentina (2010), la filiera legno-sughero e le foreste vergini sarde (2011), la terza assemblea AUSF, svoltasi ad Auronzo di Cadore (BL) è stata orientata su un tema di spiccata attualità e di rilevante interesse per la professione. L’importante contributo professionale dato da sempre dalla figura dei forestali, dovuto ad un percorso di studi dall’approccio olistico, è al momento sottostimato o non conosciuto rispetto a quello di altre figure professionali, altrettanto importanti, ma dalle competenze forse troppo strettamente specifiche e orientate. A tal motivo questa proposta ha per titolo: “RiPoFor”: Rischi e potenzialità del territorio: giovani idee forestali”.
Il programma, ricco di eventi, includeva a partire dal secondo giorno, martedì 25 settembre, l’incontro “Dolomiti Patrimonio dell’Umanità”, camminando tra boschi, cime e cielo con la Fondazione Dolomiti Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Seminario itinerante su paesaggio, marketing territoriale e tutela del territorio montano con presenza di un professionista ad illustrarci il ruolo del forestale nella gestione del territorio. Quindi un’assemblea interna volta a presentare le singole sedi Ausf, le attività svolte durante l’anno e i programmi e le iniziative per il seguente. Nella giornata di mercoledì 28 si è svolto il workshop “Cosa farò da grande?” Prospettive degli studenti in Scienze Forestali nel mondo del lavoro riguardo alla protezione del territorio. Il tavolo di discussione tra gli studenti, gli ordini professionali, il mondo della ricerca ed il mondo produttivo prevedeva un’esposizione di proposte di regolamenti da parte degli studenti e quindi una discussione delle stesse con gli invitati: presidenti Ordine degli Agrotecnici ed Agrotecnici Laureati, dell’Ordine dei dottori Agronomi e dottori Forestali (Con libero professionista), il prof. Giancarlo Dalla Fontana (Direttore Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali UniPD), CNR IRPI, il presidente FederLegno, CFS. Nel pomeriggio, visita tecnica: “Protezione del territorio… più o meno”. Esempi virtuosi e meno virtuosi di protezione dal rischio idrogeologico. Sistemazione Cancia e Rio Rudan. Invitati: ARPAV Veneto, prof. D’Agostino, e studio Sonda; La visita porta all’osservazione di due bacini soggetti a colate detritiche, problematici da gestire a causa di convergenza di situazione ambientali ed antropiche difficili da conciliare, mostrando sul Rio Rudan una soluzione considerata ottimale allo stato dell’arte e a Cancia, dove una colata detritica ha causato 2 morti nel 2009, una situazione opposta di sistemazione totalmente inadatta a far fronte ad un evento di colata detritica.
Intenso anche il programma di giovedì 28, con la conferenza: “Integral Catchment”: un bacino idrologico visto dai forestali: aspetti selvicolturali, botanici ed idrologici, con visita tecnica in bosco.
Relatori: prof. Giancarlo Dalla Fontana, stazione sperimentale per il monitoraggio del trasporto solido; dott. Paolo Tarolli, le frane superficiali e l’inizio del reticolo idrografico, identificazione con nuove tecnologie basate sulla tecnologia LiDAR; prof. Michele Scotton, botanica dei prati e i pascoli di alta quota; prof. Tommaso Anfodillo, ecosistemi forestali del piano altimontano, nuove prospettive e approcci di studio; dott. Tommaso Sitzia, ecologia e paesaggio sulle alpi; dott. Emanuele Lingua, selvicoltura di protezione; prof. Mario Pividori, aspetti selvicolturali in peccete e laricete altimontane.
Il venerdì è stato dedicato all’assemblea interna dell’Ausf Italia con all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio e il rinnovamento annuale del direttivo e la giornata di sabato, dopo il trasferimento a Padova dei partecipanti, alla collaborazione internazionale, con l’incontro “IFSA 20 years later”, carriere personali, esperienze e casi di studio di ex studenti IFSA (International Forestry Students Association) impegnati nel settore ambientale e forestale da tutto il mondo, con la partecipazione di Giorgio Andrian, tra i fondatori nel 1992 dell’Associazione Internazionale degli Studenti Forestali, e dell’attuale presidente IFSA.