In attesa dell’assemblea nazionale…

Riceviamo dall’Ausf Palermo le motivazioni e le riflessioni dalle quali è nato il programma dell’assemblea nazionale che quest’anno si terrà proprio nella loro regione.
Il “tema” o meglio “titolo” che hanno voluto dare è:

“Il bosco: percorso tra natura e formazione”

Per noi studenti e ausfini durante l’anno è stato possibile constatare attraverso seminari e incontri professionali, che la normativa vigente della Regione Sicilia sulla gestione forestale è inadeguata rispetto alle effettive esigenze di gestione dei boschi regionali e soprattutto non in linea con le normative nazionali ed europee sulla gestione forestale sostenibile.

Inoltre ci sono stati numerosi casi di incendio distribuiti in tutta la superficie della regione che hanno determinato una rilevante perdita di copertura boschiva e quindi tra le altre cose un aumento di superficie a rischio di dissesto idrogeologico.

Consapevole della gravità degli eventi accaduti e in linea con gli obiettivi della nostra associazione, l’AUSF Palermo con questa assemblea nazionale intende innanzitutto promuovere la bellezza dei propri boschi in ambito naturalistico e ricreativo nonchè la funzionalità produttiva del bosco attraverso imprese innovative produttive e un ruolo protettivo nei confronti del suolo.

Il tema principale dell’Assemblea riguarderà gli assunti principali della nostra formazione accademica e professionale, attraverso la scoperta di diversi settori d’ambito forestale.

Le attività racchiuderanno tematiche attuali quali:

– Studio delle specie vegetali a rischio ed endemiche presenti in Sicilia per conoscenze naturalistiche
– Ricostituzione dei boschi in luoghi colpiti da calamità naturali
– Analisi degli usi innovativi delle risorse boschive – Analisi delle funzioni ricreative del bosco a favore del rapporto uomo-ambiente
– Protezione del suolo tramite le riforestazioni adeguate alle caratteristiche morfologiche del luogo.

Gli incontri e le escursioni previsti saranno utili per un percorso di riflessione e conoscenza riguardante gli aspetti formativi del settore forestale.

Inoltre giorno giovedì 5/10/2017 ci sarà un seminario presso presso l’Aula Magna “G.P. Ballatore” dell’Ateneo di Palermo  che riguarderà:

“I Boschi in Sicilia, Attualità e Prospettive Future”

Qui di seguito vi riportiamo la locandina:

Vi aspettiamo!

Assemblea Nazionale Ausf 2017

🌲Tema: “Il bosco: percorso tra natura e formazione”

📆Giorni: dal 3 all’ 8 ottobre 2017

📍Sede: Finale di Pollina (PA) 90010, precisamente presso il Camping & Village “Rais Gerbi”

✏️Per le iscrizioni ufficiali, non dimenticate di compilare questo Modulo Google

Abbiamo pubblicato il programma dettagliato nella pagina del nostro sito dedicata proprio all’assemblea nazionale, uno dei nostri incontri chiave durante l’anno.

Per ulteriori informazioni e per informare la sede locale delle vostre necessità potete contattare direttamente l’ AUSF Palermo o lasciare un commento sul loro evento Facebook
https://www.facebook.com/events/240665336447695/
Saranno lieti di rispondere alle vostre domande e venirvi incontro!

 

Pensieri del SERM 2017

Anche l’Ausf Italia ha partecipato al SERM 2017 dal titolo: “Old-growth forests”,
che ha avuto luogo dal 23 al 30 aprile in Bulgaria.

L’esperienza ha visto protagonisti studenti forestali provenienti da diversi Paesi del Sud-Europa, che hanno potuto conoscere e godere di uno dei luoghi più importanti e nascosti delle montagne incontaminate facenti parte della zona sud-occidentale della Bulgaria.
I partecipanti hanno potuto in particolar modo apprezzare la ricchezza di biodiversità,
e conoscere più approfonditamente la gestione forestale locale.

Maria Ilaria, un membro dell’Ausf Viterbo che ha partecipato al SERM 2017,
ha voluto condividere la sua esperienza.
Pubblichiamo di seguito il suo messaggio e la ringraziamo per il contributo.

“Questa è stata la mia prima esperienza SERM... ed è stata meravigliosa.          Ho condiviso una settimana grandiosa in presenza di più di una quarantina di studenti e rappresentanti delle associazioni forestali provenienti da 14 Paesi del Sud-Europa. 

Un dovuto ringraziamento va infatti allo “Students Club of Environmental Protection” (SCEP) che ha organizzato questo evento, nonché all’IFSA e all’AUSF Italia, di cui sono contenta di far parte, anche perché danno spesso la possibilità ai loro membri di partecipare ad esperienze come questa, che ci arricchiscono come studenti e come persone.                                                          Difatti in queste occasioni, non solo si conoscono nuovi colleghi, ma si ha la possibilità e di ampliare le proprie vedute e di confrontarsi con le diverse realtà facenti parte del nostro campo d’interesse, quello forestale o anche "semplicemente" ambientale.
Non di secondaria importanza è stata la possibilità di conoscere e apprezzare nuove culture, e perché no, avere una visione più chiara per poter scegliere in seguito di intraprendere un tirocinio, un Erasmus o una carriera professionale all'estero.

In questa occasione, poiché ci siamo affacciati sull'Europa e non sul territorio italiano, abbiamo avuto la possibilità di apprendere nuovi e diversi modi e metodi di gestione forestale e del territorio. 
Durante la settimana si sono susseguite diverse attività, una più interessante dell’altra: abbiamo fatto visita in diversi parchi e riserve, affrontato bellissime escursioni, partecipato ai workshop e a varie visite d’interesse anche non prettamente forestali.  
Il SERM potrebbe essere anche l’occasione per farsi conoscere e candidarsi per ruoli attivi a livello internazionale, come ad esempio il -regional rappresentative(RR)- (che sono solitamente due membri, ma si sta lavorando per aumentarne il numero!) ed altre cariche all'interno dell'IFSA.                                   Infine posso concludere dicendo che il SERM è un’opportunità da non lasciarsi sfuggire, coglietela non vi pentirete!”            

                                                    Maria Ilaria Pistelli

Siamo anche su Linkedin

Cari Studenti Forestali d’Italia,

l’AUSF è stata un valore aggiunto nel vostro percorso accademico?

L’associazionismo, i corsi, le assemblee, i seminari, i convegni, i tanti eventi locali e nazionali, le collaborazioni con docenti e operatori di settore, vi hanno arricchito?

Quest’idea nasce dalle vostre testimonianze!

Da oggi la Confederazione delle Associazioni Universitarie Studenti Forestali  è anche su Linkedin! Seguitela e aggiungetela sui vostri profili professionali.

La trovate cliccando qui –> Linkedin AUSF Italia!

Gemellaggio AUSF Vallombrosa 18-19 Giugno

 

 

Modulo di iscrizione: http://goo.gl/forms/KzLwjxKvBW

 

PROGRAMMA (in aggiornamento):
Giovedì 18/06:

– (9:30) Arrivo a Vallombrosa.
– Simulazione di innesco di incendio in campo con il CFS.
– Pranzo offerto dall’organizzazione del convegno.
– CONVEGNO: “Foreste e Salute Umana” Interverranno: Corpo Forestale dello Stato, Prof. Salbitano UNIFI, Prof. Portoghesi UNITUS, Prof. Sanesi UNIBA.
– Incontro AUSF – da definire /
– Pernottamento nell’abbazia di Vallombrosa.
– Cena.
Venerdì 19/06:

– (9:00) Visita nelle Abetine demaniali di Vallombrosa con il C.F.S.
– Visita all’Orto Botanico.
– Da definire.

_________________________________________________________________

– Prezzo: 20€ (vitto e alloggio Giovedì: Cena / Venerdì: Pranzo)

– Condizioni di prenotazione: l’Iscrizione è aperta a tutti gli studenti AUSF ed IFSA, per prenotarsi basta compilare il modulo sottostante e consegnare 10€ di acconto al referente AUSF ITALIA di ogni sede Locale o al Presidente in carica della sede stessa.

– Modulo di iscrizione: http://goo.gl/forms/KzLwjxKvBW

– E’ possibile pernottare nell’Abbazia anche Mercoledì 17 e Venerdì 19, il prezzo è di 15€ a notte.

– LIMITE ISCRIZIONI: 20 MAGGIO / 70 posti Max

– Come Arrivare:

– Come da Tradizione AUSF, la Cena di Giovedì 18 sarà esclusivamente a base di leccornie tipiche provenienti da ogni sede regionale, è quindi opportuno arrivare carichi di buon cibo !

 

 

 

 

E’ nata l’Agenda Forestale!

A partire da Lunedì 16 Marzo sarà disponibile nella sua forma definitiva l’Agenda Forestale. Un calendario in cui saranno attentamente raccolti tutti gli eventi e le attività d’interesse Forestale ed Ambientale, in Italia e nel Mondo. Un calendario utile non solo agli studenti forestali, ma a tutti gli operatori del Settore.

Seminari, Congressi, Conferenze, Dibattiti, ma anche Escursioni, Fiere, Presentazioni di Libri e tanto altro a tema “Foreste ed Ambiente” consultabili in una sola Agenda.

E’ possibile segnalare un evento tramite e-mail all’indirizzo: info@ausfitalia.it

Agenda Forestale

Sondaggio: T-SHIRT AUSF Italia 2015

Finalmente è pronto il sondaggio per scegliere la Prossima T-Shirt AUSF Italia! Sarà possibile votare fino a Domenica 22 Marzo.
Un ringraziamento particolare va al Grafico e WebMaster Ufficiale degli Studenti Forestali: Adam Di Mario, e a tutti quelli che hanno contribuito con le proprie idee.

Alla fine del Sondaggio, il disegno vincente verrà utilizzato per la T-Shirt Ufficiale della Confederazione delle AUSF d’Italia, gli altri disegni non vincitori del sondaggio, potranno comunque essere richiesti come file di stampa a info@ausfitalia.it .

SONDAGGIO

L’AUSF Italia al II Congresso Internazionale di Selvicoltura.

congresso-selvicoltura“Progettare il Futuro per il Settore Forestale.”

In occasione del Centenario dell’Istituto Superiore Forestale Nazionale, si è svolto a Firenze dal 26 al 29 novembre 2014, il “II Congresso Internazionale di Selvicoltura” organizzato dall’Accademia Italiana di Scienze Forestali, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato e la Regione Toscana. Al congresso hanno partecipato più di 600 tra studiosi, scienziati e ricercatori provenienti da 28 paesi e 5 continenti, rendendo così possibile uno scambio di idee ed esperienze tra gli addetti ai lavori, ed una fotografia del panorama forestale globale. L’inaugurazione ha avuto luogo mercoledì 26 a Palazzo Vecchio con il discorso introduttivo del Professor Orazio Ciancio (Presidente dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali), e per i quattro giorni seguenti si sono susseguite conferenze e tavole rotonde in luoghi storici del centro del capoluogo toscano.

Anima del Congresso è stato il valore crescente che utilizzazioni Forestali ed esternalità positive ad esse collegate, stanno assumendo nell’Economia e nell’Ecosostenibilità globali e nazionali. E’ parso chiaro, che questo crescente valore porta in sé la necessita di una maggiore divulgazione anche verso i non addetti ai lavori, cosicché una fetta di popolazione più ampia possa cogliere l’importanza del settore forestale e di una selvicoltura mirata ad una gestione sicura e sostenibile del bosco.

“In un mondo governato per lo più attraverso Democrazie (dal greco δῆμος (démos): popolo e κράτος (cràtos): potere), rendere la popolazione consapevole della necessità di Gestire le Foreste, è indispensabile per qualunque svolta politica si aspiri a vedere realizzata.”

Il congresso, oltre ad essere stato occasione di incontro per esperti del settore forestale provenienti da tutto il mondo, è stato, grazie alla partecipazione dell’AUSF Italia (Confederazione delle Associazioni Universitarie degli Studenti Forestali d’Italia), anche occasione d’incontro, confronto e discussione per molti studenti provenienti da tutta Italia.

Hanno infatti partecipato le AUSF di: Torino, Padova, Viterbo, Napoli e Reggio Calabria. Inoltre proprio nella cornice del congresso alcuni studenti Forestali dell’Ateneo Fiorentino hanno deciso di far rinascere, con l’appoggio della Confederazione, la sede AUSF Firenze.

La delegazione AUSF Italia, ha anche avuto la possibilità di intervenire nell’ultimo giorno di conferenze, proprio prima dell’intervento conclusivo del Professor Ciancio. Il discorso, tenuto dall’attuale presidente della Confederazione, Mauro Moreno (AUSF Napoli), è stato sviluppato a partire da una presentazione generale dell’Ausf – cos’è? Quali sono i suoi obiettivi? – per poi entrare nel merito di quello che negli ultimi mesi è stato il principale argomento di discussione all’interno delle associazioni: i forti punti di debolezza dell’attuale Corpo Forestale dello Stato.

Principale criticità nel CFS, sottolineata durante l’intervento, è l’eccessiva prevaricazione dell’attività di repressiva e di controllo degli illeciti, sulle funzioni originarie di studio, conoscenza e prevenzione sul territorio. E’ stata inoltre sottolineata la necessità di un reclutamento che favorisca coloro che hanno effettuato studi inerenti la materia forestale e ambientale, in modo tale da avere personale più qualificato ed idoneo alle funzioni tecnico/scientifiche. Infine è stata espressa ulteriormente la necessità di una maggiore divulgazione di quelle che sono, al giorno d’oggi, le problematiche relative al mondo forestale (in particolare Italiano), proposito che AUSF Italia, fin dalla sua fondazione, porta avanti.

Osservando, da studenti, l’ambiente del congresso non si è potuto fare a meno di notare l’unione che lega gli addetti ai lavori, data sia dalla passione in comune per il mondo forestale che dalla volontà di fare riemergere questo settore. Ed è proprio questo ciò che l’Ausf Italia ha cercato di creare fin dalla sua nascita: una rete nazionale di studenti, uniti tra loro dalla passione e dalla volontà di far sentire la propria voce.